foto-ecografoDi cosa si tratta?
L’ecografia è una metodica di indagine diagnostica che non utilizza radiazioni ionizzanti ma si basa sull’uso degli ultrasuoni, sfruttando il principio dell’emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore.
Un apparecchio per ecografie è dotato di una sonda che emette ultrasuoni in grado di penetrare all’interno del corpo umano. Questi ultrasuoni generano quindi un segnale di ritorno che deve essere rielaborato da un computer per ottenere l’immagine dell’interno del nostro corpo, che un medico specialista saprà analizzare ed interpretare.

A cosa serve?
L’ecografia è una tipologia di esame che fornisce un supporto indispensabile per la diagnosi e terapia di numerose patologie a carico di molte parti dell’organismo umano:

  • Apparato addominale;
  • Tiroide;
  • Mammella, a complemento della mammografia;
  • Apparato uro-genitale maschile;
  • Apparato osteo-articolare;
  • Muscoli e tendini;
  • Anca neonatale;
  • Utero-ovaie;
  • Tessuti superficiali.

Descrizione dell’esame
L’ecografia è un esame assolutamente indolore che dura, in genere, tra i 15 e i 30 minuti. L’ecografo è formato da una consolle con monitor televisivo e tastiera, un calcolatore ed una sonda collegata all’apparecchio con un cavo, nel quale non scorre elettricità.
E’ possibile anche l’esecuzione di esami ecografici con contrasto, con la somministrazione di contrasto particolari( bolle di gas stabilizzate) per via endovenosa.
Per lo studio degli organi superficiali (tiroide, muscoli, mammelle, articolazioni) non è necessaria nessuna preparazione da parte del paziente.
Per lo studio dell’addome superiore è necessario il digiuno per lo meno da 6 ore ed è consigliabile, per ridurre il gas a livello dello stomaco e dell’intestino prendere degli antigas.
Per lo studio dell’addome inferiore (vescica, prostata, utero, ovaie) è necessario che la vescica sia ben piena.

Preparazione per ecotomografia addominale superiore/aorta addominale/arterie renali

Il giorno precedente l’esame assumere un lassativo leggero.
Pasti privi di scorie (frutta e verdura) e di zuccheri, poco pane, brodo magro, carne ai ferri, pesce, prosciutto o carpaccio.
Mylicon compresse 2+2+2.
Presentarsi a digiuno da almeno 8 ore.

Preparazione per ecotomografia addome completo

Il giorno precedente l’esame assumere un lassativo leggero.
Pasti privi di scorie (frutta e verdura) e di zuccheri, poco pane, brodo magro, carne ai ferri, pesce, prosciutto o carpaccio.
Mylicon compresse 2+2+2.
Presentarsi a digiuno da almeno 8 ore e a vescica piena da almeno 2-3 ore. Nell’ultima ora bere almeno 1 litro di acqua naturale.
Eventuali controindicazioni
Siccome sfrutta il principio degli ultrasuoni per analizzare l’interno del corpo umano, e non utilizza radiazioni ionizzanti, non c’è nessun tipo di controindicazione conosciuta nel sottoporsi ad esami ecografici.
Anche per quanto riguarda i contrasti, non sono mai stati riscontrati ne allergie ne danni.

Innovazione tecnologica

innovazione_radiologia_tradizionale

Partnership

Partnership
Lo Studio Associato di Radiologia Dott. Pasta è consulente diagnostico ufficiale di

  • Parma Calcio 1913
  • Zebre Rugby